Guide e Tutorial
Sondaggi
L'argomento che più ti interessa in informatica è:

Sicurezza informatica
50%
Guide all'uso di software
21%
Corsi teorici di base
18%
Intrattenimento e multimedialità
11%
Newsletter

Iscriviti ora !!!

Ricevi email di aggiornamento periodico dal nostro portale!

Dizionario tecnico
Cerca un termine
Siti affiliati
Articoli, guide e tutorial
software Come capire se un sito di commercio elettronico è sicuro

Una guida di base per comprendere come fare acquisti online senza essere truffati analizzando il portale di commercio elettronico di interesse.

freccia Sezione: Sicurezza
freccia Difficoltà: , Compatibilità: Indipendente dal sistema operativo

Condividi e rendi nota questa pagina



Come capire se un sito di commercio elettronico è sicuro

Come capire se un sito di commercio elettronico è sicuro

Oggi più che mai è importante per chiunque navighi sulla rete delle reti imparare a capire da chi o da cosa difendersi, specialmente quando decidiamo di investire il nostro denaro attraverso le nuove tecnologie.

In questa guida parleremo in maniera piuttosto mirata di portali di commercio elettronico visto il grande boom che questo settore ha ottenuto negli ultimi anni, ma quanto detto di seguito è in gran parte valido anche per la navigazione su normali siti web.



Il commercio elettronico ed i pericoli associati:

Un numero sempre maggiore di utenti decide di acquistare prodotti online, è un dato di fatto.

Negli ultimi anni sembra un boom inarrestabile che ha coinvolto anche il nostro paese, notoriamente pigro quando si tratta di stare al passo con i tempi.

Il risparmio e la grande offerta dei portali internazionali stanno convincendo moltissimi utenti che ne hanno la possibilità a fare acquisti in rete, in modo facile, comodo, veloce e con un risparmio spesso sostanzioso.

Sono sempre di più le aziende che immettono i propri prodotti nel circuito di acquisti via internet, creando cosi una rete di vendita che ha dell'incredibile.

In questa immensa offerta di prodotti scontati o introvabili si nascondono purtroppo molte insidie create ad arte da loschi personaggi che in mente hanno una sola cosa: 

rubare il vostro denaro!

Vediamo insieme e senza grosse pretese di fare luce sui punti più oscuri del commercio elettronico con lo scopo di proteggere i nostri acquisti e di evidenziare i concetti principali da conoscere per discernere siti sicuri da siti fraudolenti o possibilmente fraudolenti.


1) Affidiamoci sempre a siti web affermati e conosciuti:

Affidarsi a grossi siti di e-commerce come Ebay o Amazon o altri dello stesso calibro ci fa partire col piede giusto in quanto leader mondiali affermati e riconosciuti da molti anni;

Questi siti offrono prodotti di qualunque genere, con un'ottima gestione del servizio di vendita,spedizione,resi e assistenza.

Acquistare su grandi portali come questi, che fanno di tale occupazione la propria ricchezza, mette al sicuro i nostri acquisti proprio grazie alla popolarità e fama che di certo i gestori non vogliono in alcun modo mettere in discussione.


2) Verificare la presenza del protocollo HTTPS:

Il protocollo HTTPS (con la S finale) identifica un sistema di navigazione SICURO.

Tale sicurezza è garantita dal server, che in caso di chiamate a pagine che fanno capo a questo protocollo attivano speciali sistemi di cifratura dei dati in transito, in modo che anche in caso di furto tali dati risultino illeggibili.

Molti di voi avranno già notato questo tipo di intestazione davanti all'indirizzo del sito web, specialmente sulle pagine destinate ai pagamenti con carta di credito.

Il protocollo HTTPS da solo non da una garanzia totale di affidabilità ma di sicuro ci indica un livello di attenzione alla protezione dei dati utente molto elevata e che non tutti offrono o possono offrire.


3) Verificare la sezione contatti e assistenza:

Un sito di e-commerce degno di questo nome, mette in piazza la faccia senza timori!

Per questo rechiamoci SEMPRE, come PRIMA COSA, alla sezione dei contatti e anagrafica aziendale e verifichiamo che i gestori abbiano voluto farci sapere chi sono, come si chiamano, dove lavorano (indirizzo fisico), quale è la partita iva, il capitale sociale, come fare per contattarli via telefono fisso o via email ed eventualmente via chat di assistenza in tempo reale.

Soffermiamoci un attimo su questa marea di dati appena elencati.
 
  • Un gestore che non dice dove ha la sede operativa fisica nasconde qualcosa. Cosi come se non presenta la propria partita iva, necessaria per legge in un sito web di una azienda. Ricordiamoci sempre che dietro un negozio di commercio elettronico DEVE ESISTERE UN'AZIENDA VERA, REALE, FISICA.
  • Un gestore che non fornisce un numero di telefono di rete fissa ma solo di telefonia mobile, ha qualcosa da nascondere. Un cellulare può essere usato dovunque e non ci da conferma della presenza di una sede fisica alla quale eventualmente recarsi di persona.
  • Un gestore che fornisce email di assistenza generiche, ha qualcosa da nascondere. Gli indirizzi di assistenza devono essere legati al dominio del sito stesso, come ad esempio assistenza@nomedelsito.xxx. Indirizzi generici come assistenza@gmail.com o assistenza@yahoo.com identificano come prima cosa una carente organizzazione informatica e secondariamente potrebbero celare personaggi loschi che usano indirizzi generici e gratuiti proprio perchè NON POSSONO crearne uno ufficialmente legato al sito web fraudolento....e magari gestiti dall'altra parte del globo.
  • Sarebbe opportuno verificare la presenza di sistemi di assistenza diretta aggiuntivi, quali chat o sistemi di ticket che l'utente apre in caso di problemi o controversie e sui quali riceve specifica assistenza.

4) Verificare SEMPRE i metodi di pagamento accettati:

Un sito web che vende con un solo sistema di pagamento deve farci insospettire.

Meglio prediligere i siti web che permettono il pagamento attraverso più tipo di sistemi tracciabili tra cui l'ormai famosissimo PayPal, che tra le altre cose offre un sistema di assicurazione con rimborso (entro certi limiti) in caso di accertamento di una frode.


5) Verificare sempre le condizioni per il servizio resi e la garanzia offerta dal portale:

Un sito di commercio sicuro espone sempre il proprio sistema di gestione resi e di garanzia del consumatore. 

Se non troviamo questi dati dobbiamo dubitare quantomeno della poca organizzazione dei gestori che non hanno previsto di mettere in chiaro quello che è un diritto dell'utente, ossia poter rendere un prodotto difettoso, errato, non voluto, danneggiato ed ottenere di conseguenza un rimborso.
Verifichiamo sempre che questi dati siano esposti pubblicamente e facilmente comprensibili.


6) Attenzione ai link interni del sito!

Un sito web solido e sicuro non ha interesse a ridirezionare gli utenti verso altri portali.
Stiamo sempre attenti, specialmente la prima volta che utilizziamo un e-commerce mai provato prima, agli indirizzi di destinazione dei vari link presenti.

Se stiamo navigando su www.negozio.com, è naturale vedere dei link che portano a pagine tipo, www.negozio.com/shop/carrello.xxx e similari....ma di sicuro non dobbiamo trovare qualche link del tipo www.frtt.ru/trr/contac.xx in quanto puntano ad un dominio diverso che nulla ha a che vedere col dominio principale... perché mai dovremo essere ridirezionati verso un altro dominio ??? 

In tali casi consigliamo vivamente di abbandonare il sito in favore di altri più sicuri in quanto si tratta di un sito trappola che in maniera molto subdola si mostra con una faccia diversa da quella reale.


7) Controlliamo le credenziali del sito con scamadviser.com:

Un controllino su un servizio che si occupa di tenere traccia di siti fraudolenti o potenzialmente dannosi costa poco tempo, è gratuito e ci mette in una situazione di maggiore tranquillità.

Un sito che consigliamo è sicuramente www.scamadviser.com, sul quale dovremo semplicemente incollare l'indirizzo del sito da verificare e attendere i risultati.

SCAMADVISER ci indicherà una serie interessante di dati; chi gestisce il dominio, da dove viene gestito, email di contatti dei gestori e molto molto altro...ma soprattutto con un sistema a "termometro", ci fa subito capire in modo intuitivo se il sito è sicuro o potenzialmente fraudolento. Inutile dire che il servizio si basa anche sulle segnalazioni degli utenti truffati, per cui risulta davvero utile.

Spendiamo dunque un paio di minuti del nostro tempo su scamadviser prima di proseguire su un nuovo sito di e-commerce.


8) Facciamoci consigliare da chi ha già provato il servizio:

Un sito di e-commerce serio offre un dato importante conosciuto col nome di "feedback", ovvero il giudizio espresso dall'utente che ha utilizzato il servizio e che, in totale libertà, scrive il prorpio grado di soddisfazione o insoddisfazione su vari aspetti dell'acquisto fatto.

Un sito che non fornisce i feedback non è necessariamente fraudolento ma di sicuro non è da preferire.
In tal caso può essere utile fare una ricerca generica su google o su altri motori di ricerca per vedere se esistono commenti negativi sul servizio del sito di nostro interesse. 
Generalmente in caso di portali illeciti i risultati di utenti scontenti (o peggio) non si fanno attendere.



Accorgimenti sempre validi:

Qualche consiglio sempre valido anche in relazione agli acquisti online:
  • Tenere il proprio sistema operativo sempre aggiornato con gli ultimi aggiornamenti di sicurezza al fine di prevenire intrusioni o furto di dati.
  • Navigare con un antivirus aggiornato.
  • Utilizzare carte prepagato o conti PayPal con poco denaro, in modo da limitare il danno in caso (teoricamente sempre possibile) di frode.


Conclusioni:

Speriamo vivamente che questi banali consigli di base possano aiutare molte persone a non cadere nei molti e sempre più elaborati tranelli presenti nella rete.

Ricordiamoci sempre che a pensar male forse si fa peccato... ma ci si azzecca quasi sempre!

Con questo non vogliamo consigliare un atteggiamento paranoico davanti al PC ma semplicemente di porre una attenzione maggiore per alcuni concetti che stanno alla base di questo tipo di frodi. 

Conoscere come lavora il losco figuro di cui parlavamo in apertura di articolo ci fa abituare a fare attenzione a poche piccole ma fondamentali cose... e spesso ciò è sufficiente per metterci al riparo da spiacevoli sorprese!

Buona navigazione, alla prossima!

RAVEN
TI E' PIACIUTO QUESTO CONTENUTO ?

Condividi e rendi nota questa pagina

Cerca nel sito
Cerca in:
In base a:
Sostienici !
Social Network
Seguici sui social network
Segui PcPrimiPassi su Google+ Segui PcPrimiPassi su Twitter Fanpage di PcPrimiPassi.it
Ultimi Download
Domande Top
Tipi di files
Team & Contatti
Sviluppo
Versione 4.0 Developed by Stefano Ravagni