Guide e Tutorial
Sondaggi
L'argomento che più ti interessa in informatica è:

Sicurezza informatica
55%
Guide all'uso di software
23%
Corsi teorici di base
16%
Intrattenimento e multimedialità
7%
Newsletter

Iscriviti ora !!!

Ricevi email di aggiornamento periodico dal nostro portale!

Dizionario tecnico
Cerca un termine
Siti affiliati
Articoli, guide e tutorial
software

La nostra vita violata su internet


Avete mai pensato a quanto sono a rischio i nostri dati oggigiorno ? I social network, la rete globale e gli smartphone ci hanno dato la possibilità di condividere miriadi di informazioni, che sono cosi a rischio di furto e improprio utilizzo....

freccia Sezione: Sicurezza
freccia Difficoltà: MINIMA, Compatibilità: Indipendente dal sistema operativo

Condividi e rendi nota questa pagina



La nostra vita violata su internet

Se analizziamo l'utilizzo di internet nella società moderna nel momento in cui scriviamo questo articolo (Settembre 2013), possiamo notare un dato eclatante quanto inpensabile fino a pochi anni fa.

Oltre il 60 % della popolazione mondiale utilizza la rete quasi esclusivamente per dedicarsi ai social network, sia da computer che da dispositivo mobile.

La nascita di grandi portali sociali ha permesso alle persone di condividere informazioni, foto, notizie, passioni, interessi, luoghi....in ogni momento, rapidamente e senza costi aggiuntivi all'abbonamento di navigazione.

Una grande libertà che ha portato senza dubbio una sorta di rivoluzione non solo nell'informatica ma nell'intero genere umano... ovviamente internet ed i social network rappresentano solo uno strumento e come tutti gli strumenti possono risultare utili o dannosi a seconda dell'uso che se ne fa.

I pericoli :

...ma qualcuno ha mai pensato a quanto sono in pericolo i nostri dati, le nostre foto...le nostre abitudini e passioni in un tempo in cui spiattelliamo tutto delle nostre vite su di un muro virtuale ?

Oggi un utente nemmeno troppo smaliziato può ottenere informazioni sulla nostra vita in qualsiasi momento, semplicemente facendo una ricerca di un'oretta sui social network e sulla rete in genere....

Può trovare nostre vecchie foto, che magari non vorremo più lasciare in vista, può sapere cosa compriamo, dove lo compriamo e quanto siamo disposti a spendere....informazioni utilizzate gratuitamente dalla aziende per le proprie indagini di mercato che prontamente ci ripropongono attraverso la pubblicità sensibile al contesto delle pagine che visitiamo...

...attraverso la localizzazione degli smartphone può sapere dove ci troviamo in un dato momento e quanto tempo passiamo in un dato luogo, da dove digitiamo.... già perchè molte applicazioni la abilitano automaticamente senza che l'utente vi ponga troppa attenzione.

Facendo sapere a tutti del nostro prossimo viaggio potremo aiutare eventuali malintenzionati a raggiungerci facilmente o a fargli sapere che la nostra casa è senza controllo... alcuni hanno già sfruttato questo stratagemma...

Per non parlare poi del furto delle foto... prelevare una foto altrui dalla rete è facilissimo e sui social netword se ne trovano di ogni sorta... sebbene molti potrebbero dire di non avere nulla da nascondere, le foto rubate potrebbero essere usate da malintenzionati per fornire generalità fasulle e commettere reati... peggio ancora per foto di nudi private che inconsapevolmente vengono condivise attraverso gli smartphone su servizi di storage o mantenimento files.... ci sono infatti servizi di cloud sharing che una volta attivati su un dispositivo abilitano per scelta automatica la condivisione di ogni foto scattata.... lo sapevate ? Avete controllato il vostro account ??

... e se qualcuno intercettasse e mettesse in rete foto compromettenti ?? Sarebbe un bel problema...

Ok....in questi casi sono altre le persone che violano la legge penserete....ma ci mettereste la mano sul fuoco che riuscireste a far rispettare i vostri diritti prima di aver rovinata la vostra immagine pubblica ??

...e ancora ok, il crackeraggio dei dati (la violazione della privacy) è un reato e non è consentito ne è molto facile praticarlo, quindi in molti si sentono sicuri e tranquilli anche grazie alle policy di sicurezza che vigilano sugli account di ognuno di noi....ma non sono poi cosi rari i casi di profili violati di persone che cosi mettono la propria privacy allo scoperto...ne avrete sentito parlare anche in televisione qualche volta....e una volta che questo avviene non è facile bloccare un processo virale di diffusione a catena di certi contenuti, implicito soprattutto nella natura stessa dei social network, magari scomodi o prettamente privati....

Il furto di account è spesso conseguenza della poca accortezza dei proprietari che usano password banali o lasciano l'accesso a terzi senza troppi problemi.... o ancora scrivono i dati di accesso sui classici fogliettini per paura di dimenticare qualcosa.... facile preda per il malintenzionato di turno....

Non parliamo poi dei virus che possono infettare i nostri smartphone, specialmente per gli utilizzatori di Android, un sistema che per la sua natura a "codice aperto" e per la copertura di circa il 75 % dei dispositivi mobili nel mondo risulta molto più bersagliato degli altri.

Un virus o un codice maligno che si insinua nel nostro smartphone può dare il controllo del dispositivo a malintenzionati che possono controllarlo da remoto, inviare sms di conferma per servizi a pagamento, fare acquisti a nostro nome, caricare le foto rintracciate sul dispositivo fornendo le nostre generalità...

Altro argomento piuttosto delicato... i bambini sulla rete e sui social network.

Sebbene esistano diversi software che permettono ai genitori di controllare l'attività dei figli su internet, dobbiamo far notare come oggigiorno con l'avvento dei social network questo controllo risulti sempre meno efficace.
Dare accesso ad un bambino a certi siti web piuttosto che altri è ovviamente possibile, filtrando quindi i contenuti visibili....ma una volta iscritti ai social network non sarà certo possibile controllare e verificare tutte le attività del nuovo giovane iscritto.

I social network non sono di per se un "orco" dal quale scappare, piuttosto può diventare il luogo dove incontrare gli "orchi" o semplicemente persone con mire poco legali che potrebbero trovare in un adolescente o in un bambino terreno fertile per proposte illegali o peggio ancora ...

La carrellata appena fatta rappresenta solo la punta dell'iceberg...

...guardate.... non sono ipotesi da fantascienza se ci pensate bene ed ognuno di noi può cadere in una di queste trappole, anche il più accorto utilizzatore!

E' molto illuminante un video che ho trovato in rete tempo fa....per quanto teatrale, fa quantomento riflettere e riguarda uno spot belga che mostra come tutta la nostra vita sia reperibile in rete da persone con le giuste conoscienze informatiche...

...vi consiglio di vederlo almeno una volta....lo trovate qui: http://youtu.be/qYnmfBiomlo

...ma allora cosa fare ??

Questo articolo è di natura provocatoria ma il nostro obiettivo è solamente ed esclusivamente far riflettere i nostri utenti sui pericoli che la rete ci porta oggigiorno senza che ce ne possiamo rendere conto.

Non vogliamo certo dirvi cosa fare della vostra vita in rete ma il pericolo, anche fosse solo "potenziale" esiste e va secondo noi quantomeno preso in considerazione, per poter fare una scelta consapevole delle proprie azioni mentre navighiamo.

Ecco alcuni consigli che sicuramente in molti già adotteranno e che potrebbero evitarvi brutte sorprese.

  • Usare password sicure di almeno 8 caratteri misti tra numeri e lettere, meglio se alernate tra maiuscole e minuscole.
  • Non lasciare i dati di accesso di nessun servizio scritti su fogliettini.
  • Cambiare spesso la password di accesso ai servizi utilizzati, almeno una volta ogni mese, meglio se più frequentemente e sicuramente cambiarla se per motivi particolari l'abbiamo detta a qualcuno per aiutarlo in qualche compito.
  • Non mettere foto private "delicate" sui social network e non mantenerle sugli smartphone.
  • Non tenere dati sensibili e documenti privati sugli smartphone dato che i virus esistono anche su questi dispositivi ed il furto digitale di contenuti, in caso di infezione, è una pratica automatica di questi codici virali che inviano il materiale reperito a server lontani.
  • Non condividere pubblicamente le proprie intenzioni relativamente a spostamenti, viaggi o assenza da casa.
  • Fare una ricerca dei propri dati su google potrebbe fornire un'idea del proprio materiale in rete rendendoci possibile in alcuni casi la cancellazione se ritenuto opportuno.
  • Usare sempre un antivirus sui dispositivi mobili come Smartphone e Tablet.
  • Non scaricare app da market non autorizzati, sono a rischio di portare virus o codici maligni!
  • Non permettete ai vostri bambini o ragazzi con età inferiore ai 16 anni di raccontare la propria vita sui social network; i bambini (ma anche molti adolescenti) non hanno i mezzi per riconoscere ed affrontare eventuali pericoli provenienti della rete; i malintenzionati esistono anche e soprattutto qui dove è facile nascondersi dietro falsi profili e false intenzioni....ed ovviamente chi ha certe intenzioni sfrutta sempre più la grande notorietà dei social network dove è facile reperire tante potenziali vittime di truffe o attività illecite; non basta un semplice controllo da parte dei genitori in quanto come tutti sappiamo le notizie, foto e passioni di ogni iscritto (quindi anche dei nostri bambini) sono poi condivise anche senza il volere del proprietario (vedi la condivisione di foto da parte di amici) ... tutto cio' rappresenta un potenziale pericolo soprattutto per le giovani menti dei nostri "pargoli"...quindi, il nostro consiglio è di aspettare...ci sarà tutto il tempo del mondo per utilizzare i social network quando avranno raggiunto una maggiore consapevolezza del mondo, che ovviamente viene con l'esperienza e quindi con una maggiore età.

Ricordate che ogni servizio deve fornire agli utenti la possibilità di rimuovere dati che non vogliamo che vengano visti, se di nostra proprietà intellettuale o semplicemente personale.

Per oggi è tutto

RAVEN


Commenti a questa guida


Inserisci il tuo commento
(Non serve la registrazione, solo la tua email per confermare il commento!)

Utente:
Email (questo dato rimane privato):
Commento:


CODICE DI VERIFICA:


Scrivi il risultato della seguente operazione in base al valore dei due dadi:

+


RISULTATO:

Presenti 0 commenti



TI E' PIACIUTO QUESTO CONTENUTO ?

Condividi e rendi nota questa pagina

Cerca nel sito
Cerca in:
In base a:
Sostienici !
Social Network
Seguici sui social network
Segui PcPrimiPassi su Google+ Segui PcPrimiPassi su Twitter Fanpage di PcPrimiPassi.it
Ultimi Download
Domande Top
Tipi di files
Team & Contatti
Sviluppo
Versione 4.0 Developed by Stefano Ravagni