Guide e Tutorial
Sondaggi
L'argomento che più ti interessa in informatica è:

Sicurezza informatica
51%
Guide all'uso di software
26%
Corsi teorici di base
16%
Intrattenimento e multimedialità
8%
Newsletter

Iscriviti ora !!!

Ricevi email di aggiornamento periodico dal nostro portale!

Dizionario tecnico
Cerca un termine
Siti affiliati
Articoli, guide e tutorial
software

Proteggere i files con Winrar


La protezione dei dati sulle nostre macchine è da sempre oggetto di discussioni di vario genere sui forums di tutto il mondo. Vediamo un semplice metodo per mettere i nostri dati al riparo da occhi indiscreti.

freccia Sezione: Guide softwares
freccia Difficoltà: MINIMA, Compatibilità: Indipendente dalla versione di Windows

Condividi e rendi nota questa pagina



Proteggere i files con Winrar

La protezione dei dati sulle nostre macchine è da sempre oggetto di discussioni di vario genere sui forums di tutto il mondo.
Chiunque non sia una sprovveduto, cerca in qualche modo di mettere in sicurezza dati particolarmente importanti o comunque sensibili per tenerli lontani da occhi indiscreti e dalle minacce che sempre più si affacciano sulla rete.

Come molti di voi sapranno, esistono tantissimi softwares che a vari livelli possono proteggere i files da noi selezionati; molti dei migliori sono a pagamento, molti altri commerciali e non è sempre detto che i migliori debbano obbligatoriamente costare qualcosa....

Le tecniche di protezione dei dati digitali utilizzano per lo più algoritmi di criptografia, quella particolare tecnica che riesce a camuffare ogni bit contenuto in un file trasformandolo in qualcosa di diverso...
...per fare un esempio banale, la parola CIAO potrebbe essere criptografata con un algoritmo che sposta di due posizioni tutte le lettere in avanti, cosi la C diventerebbe la E, la I diventerebbe la M, la A diventerebbe la C e la O diventerebbe la Q.....difatto usando questo sistema la parola CIAO diventerebbe EMCQ....

Era solo un banalissimo esempio (usato tra le prime forme di criptografia storicamente conosciute dai messaggeri romani)....
Ovviamente oggi esistono algoritmi complessissimi, tali da rendere impossibile decifrare i dati originali se non in possesso di quella particolare chiave (un insieme di bit) che ha il compito di cifrare e decifrare in un dato modo i nostri dati digitali.

Non voglio in questa sede parlare di criptografia dato che l'argomento sarebbe immenso....ho però voluto fare un accenno per far capire a tutti di cosa parleremo negli argomenti affrontati in questo articolo.

Veniamo quindi a noi, tra i comuni mortali....

Un metodo molto molto semplice per cifrare i nostri dati con un programma che probabilmente già abbiamo sulla nostra macchina è quello di utilizzare WinRar, il celebre compressore che dispone anche di funzioni abbastanza robuste di criptografia che pertanto potremo utilizzare liberamente.

Winrar è un software shareware, per il quale dopo un periodo di prova l'utente sarebbe tenuto ad una registrazione con piccole somme di denaro tali da retribuire quanto basta lo sviluppatore che l'ha creato....
Se non lo avete ancora, vi consiglio di utilizzare questo stupendo compressore che è probabilmente il più diffuso al mondo....lo potete trovare al seguente indirizzo in versione italiana.

http://www.winrar.it/

Per scaricarlo andata alla sezione PRELIEVO...

Non starò a spiegare cosa sia un compressore di dati e come funziona Winrar per questo scopo ma illustrerò in pochi semplici passaggi come utilizzarlo per criptare l'archivio creato tramite una password.

Winrar utilizza un protocollo di cifratura a 128 bit AES (Advanced Encryption Standard) conosciuto anche come Rijndael. E' un algoritmo di cifratura a blocchi utilizzato come standard dal governo degli Stati Uniti d'America....per chi vuole saperne di più può dare un'occhiata su wikipedia

http://it.wikibooks.org/wiki/Crittografia/AES

Una volta installato (per chi non lo avesse già fatto) winrar, andiamo a creare un semplice archivio con password e quindi cifrato.

Poniamo sul desktop a titolo di esempio due files, pippo.txt e pluto.txt sul quale possiamo immaginare di avere due password importanti per l'accesso alla nostra banca....

Per unirli in un unico archivio, ci basterà selezionarli entrambi, quindi premere il tasto destro del mouse e selezionare la voce che compare dalla finestra a comparsa chiamata AGGIUNGI AD UN ARCHIVIO....




Comparirà a questo punto la schermata principale di winrar in automatico, settata sulla funzione di creazione archivio in quanto non abbiamo specificato il nome di questo archivio....



Comep rima cosa quindi, diamo un nome al file nella sezione nome archivio e controlliamo che alla sezione formato archivio sia selezionata la voce RAR, ossia vogliamo creare un archivio di tipo RAR e non ZIP....per il nostro esempio diamo il nome all'archivio fantasia.rar.

Adesso, dobbiamo cliccare sulla scheda AVANZATI....comparirà la seguente scheda...



Si aprirà una finestra a scelta obbligatoria dove dovremo inserire per due volte la nostra password di protezione.....



Nota importante sulla password:

E' importante usare delle password con un elevato grado di sicurezza...

Password di questo genere contemplano l'uso di lettere, numeri e caratteri sia minuscoli che maiuscoli ed inoltre che siano per lo meno 8 caratteri....

Evitate password rappresentate da date, nomi facilmente intuibili o parole comuni come PIPPO o simili....

Una password del tipo Af67Op45G2 è ottima, non è collegabile a nulla, usa  sia numeri che lettere e fa uso di caratteri maiuscoli e minuscoli avendo inoltre una discreta lunghezza di 10 caratteri...

Una volta confermata per due volte la password scelta, clicchiamo su OKe di nuovo su OK.... l'archivio sarà creato li dove si trovano i files selezionati in precedenza ed avrà il nome fantasia.rar .



Adesso, se tentiamo di aprire l'archivio, questi si aprirà....non spaventatevi !!!
E ' al momento dell'utilizzo o estrazione dei files contenuti nell'archivio cifrato che sarà richiesta la password di accesso.....

Ecco il risultato di un tentativo di aprire il file pluto.txt



Senza la password che fa da chiave decifrante non sarà possibile aprire i files dell'archivio....

Questo metodo inoltre comprime anche i files compresi nell'archivio proprio perchè fatto con un compressore di dati (è la funzione principale di Winrar), per cui unisce due ottimi risultati ottenuti velocemente e senza troppi problemi....

Da notare che sulla rete si trovano molti software in grado di fare un attacco di brute forcing (cioè di forza bruta) agli archivi RAR per trovarne la password.....c'è da dire che come accennato ad inizio articolo, questo metodo non è sicuro al 100% e d'altra parte se la gente riesce ad entrare nel sito del pentagono, cosa possiamo sperare di proteggere davvero noi ?

Di sicuro però metteremo un ostacolo bello grosso davanti ai malintenzionati che comunque dovrebbero utilizzare pc molto potenti per ore o giorni per poter eseguire questo attacco di brute forcing.....quindi di fatto per un normale utilizzo che non sia un segreto di stato direi che può andare più che bene !!!

Aggiungiamo un'altra chicca segnalata dal moderatore PRGN...

Nella schermata di scelta password è possibile abilitare la spunta per la voce "Crittografa anche le informazioni sui file"....



Come avete visto nell'esempio precedente, sebbene per aprire i files contenuti nell'archivio sia comunque necessaria la password, potete però vedere il contenuto degli archivi e quindi una prima informazione sul contenuto di questi archivi viene fornita...

Mettendo invece questa spunta, non sarà possibile neanche vedere l'elenco dei files contenuti fintanto che non avremo fornito la password....una protezione aggiuntiva senza dubbio utile!

PcPrimiPassi.it spera con questo articolo di avervi fornito un'idea semplice e veloce per sentirvi più al sicuro.....alla prossima !Wink

RAVEN

Commenti a questa guida


Inserisci il tuo commento
(Non serve la registrazione, solo la tua email per confermare il commento!)

Utente:
Email (questo dato rimane privato):
Commento:

Presenti 0 commenti



TI E' PIACIUTO QUESTO CONTENUTO ?

Condividi e rendi nota questa pagina

Cerca nel sito
Cerca in:
In base a:
Sostienici !
Social Network
Seguici sui social network
Segui PcPrimiPassi su Google+ Segui PcPrimiPassi su Twitter Fanpage di PcPrimiPassi.it
Ultimi Download
Domande Top
Tipi di files
Team & Contatti
Sviluppo
Versione 4.0 Developed by Stefano Ravagni